NEWS

Musica e mente: l’ascolto attivo migliora l’umore

Musica e mente: effetti positivi e benessere

Pubblicato il: 28 Maggio, 2015  Visualizzazioni: 13

Musica e mente: l’ascolto attivo migliora l’umore

Musica e mente: effetti positivi e benessere

L’uso della musica come mezzo per combattere le malattie, esprimere il proprio stato psichico, modificare lo stato di coscienza o il comportamento è antico come la musica stessa.

Musica e mente: dal punto di vista psichico.

Dal punto di vista psichico, la musica, agendo su meccanismi pre verbali, è un potente veicolo di trasmissione delle emozioni. Il brano musicale si esprime con un linguaggio che precede la verbalizzazione, cioè riguarda il sentimento, l’emozione, la sensazione, elementi della psiche profonda e quindi l’inconscio.

Musica e mente: alcuni effetti positivi sulla mente

Che la musica sia uno dei passatempi preferiti di adulti e bambini è ben noto. Meno noti sono gli effetti che il semplice ascolto di una canzone può avere sul nostro cervello. Ascoltando una canzone, infatti, si attivano molteplici aree del cervello, dalla memoria semanticaper i significati delle parole e del testo, alla memoria episodica se abbiamo associato la melodia ad un particolare momento della nostra vita (bello o brutto che sia). E ancora, cantando alleniamo la capacità di articolare le parole, miglioriamo la pronuncia in caso di lingua straniera e così via.

Musica e mente: l’ascolto attivo migliora l’umore.

Un recente studio ha dimostrato come l’ascolto attivo della musica migliora l’umore, infatti, un impegno attivo  nell ’ascolto della musica, piuttosto che ascoltare passivamente, può avere effetti benefici sull’ umore e il benessere. Inoltre, altri studi hanno dimostrato che le persone trovano molto gratificante “sincronizzarsi” con gli altri. Ciò aumenta il senso di appartenenza al gruppo e può anche rendere le persone più simili tra loro”.

Musica e mente: il colore della musica.

La musica può evocare nella mente dell’ascoltatore determinati colori. È stato dimostrato, infatti, che in diverse culture le persone associano particolari tipi di musica con colori specifici.

Ad esempio, in uno studio di Palmer et al. (2013), sia le persone provenienti dagli Stati Uniti sia quelle provenienti dal Messico mostravano notevoli similitudini nell’ associare i colori scuri con brani tristi mentre i colori più vivaci con canzoni felici.

Studi successivi hanno mostrato che queste associazioni tra musica e colori erano causate del contenuto emotivo della melodia.

 

 


Seguici su Instagram !

CATEGORIE NEWS