Salute 

Gonfiore addominale: come tenerlo a bada

Gonfiore addominale: alcuni consigli per contrastarlo

Pubblicato il: 22 Febbraio, 2020  66


Gonfiore addominale: come tenerlo a bada

Gonfiore addominale: alcuni consigli per contrastarlo

Il gonfiore addominale, ossia senso di  tensione addominale, causato dall’eccessivo contenuto gassoso dello stomaco e/o dell’intestino. Chi ne soffre, conosce il problema, esso mette ko almeno una persona su tre. In particolare le donne, regolate come sono dal ciclo ormonale.

Gonfiore addominale: ecco gli alleati per contrastarlo

Nello specifico vorremo proporvi alcuni  alleati per contrastarlo ed elencare le specifiche caratteristiche. Contro il gonfiore addominale via libera a : finocchio, zenzero e carbone vegetale.

Il finocchio: è una vero panacea contro i disturbi digestivi, soprattutto se preso sotto forma di tisane, decotti e infusi preparati con i suoi semi.  Il finocchio ha numerose virtù ecco le sue principali:

sgonfia la pancia, contrasta i processi di fermentazione e aiuta a eliminare l’aria che si accumula nello stomaco e nel intestino.

Lo zenzero:  un “tubero” dalla forma irregolare, bitorzoluto, dal sapore gradevole e pungente, risulta essere un’altra pianta erbacea amica di stomaco e intestino essa aiuta a tenere a bada il gonfiore e la flatulenza. Lo zenzero si può gustare fresco o grattugiato sopra i centrifugati di frutta e verdura.

Il carbone vegetale: uno dei rimedi tipici proposti dal farmacista contro il gonfiore è il carbone vegetale o carbone attivo, in quanto la sua polvere, ottenuta dalla lavorazione di particolari legni e dei loro residui, ha una forte capacità di assorbire i gas presenti nell’ intestino, arginando così il problema del gonfiore addominale, senza provocare alcun effetto collaterale.

Gonfiore addominale: cosa evitare

Al fine di attenuare il gonfiore addominale, ecco cosa sono da ridurre o evitare:

latte e formaggi: con l’età la maggior parte di noi non riesce più digerire il lattosio, lo zucchero presente nel latte e i suoi derivati. Accade perché si perde un particolare enzima, la lattasi, che si trova nella parete del piccolo intestino, il cui compito è quello di digerire il lattosio. Risultato: lo zucchero non assimilato, fermenta. evitare la frutta dopo i pasti: no al “mordi e fuggi”: ogni boccone va masticato almeno cinquanta volte; stop alle gomme da masticare: che favorisce l’ingestione di aria che va prima nello stomaco e poi nell’intestino; no bibite gassate: il cui gas artificiale, contenuto nelle bollicine, finisce per incrementare l’aria nell’intestino, meglio bere acqua naturale o assaporare delle tisane calde, che aiutano a rilassare la muscolatura della pancia. Gonfiore addominale: probabilità di celiachia

Non di rado dietro al gonfiore addominale si cela un problema di celiachia, cioè un’allergia al glutine. Grano e frumento sono sul banco degli imputati. Ma prima di bandirli dalla tavola, è fondamentale sottoporsi ai corretti accertamenti.

 

 

 

Seguici su Instagram Segui
Seguici su Facebook Segui



CATEGORIE Salute