SALUTE E BENESSERE SALUTE BAMBINI

Tablet e bambini, sviluppo a rischio e stanchezza oculare

Tablet e bambini: occhio allo sviluppo e alla stanchezza oculare

Pubblicato il: 25 Marzo, 2015  Visualizzazioni: 5

Tablet e bambini, sviluppo a rischio e stanchezza oculare

Tablet e bambini: occhio allo sviluppo e alla stanchezza oculare

L’uso di tablet e smartphone in tenera età potrebbe compromettere lo sviluppo dei bambini. A sollevare dubbi a tal proposito sono gli esperti del Dipartimento di Pediatria del Boston Medical Center, che in un articolo pubblicato su Pediatrics esprimono le loro perplessità sull’utilizzo di questi nuovi apparecchi prima dei 2 anni di vita. Secondo gli autori così come il tempo passato davanti alla televisione può ridurre lo sviluppo delle capacità di linguaggio e di interazione sociale, anche tablet e smartphone potrebbero avere lo stesso effetto. Sottraendo del tempo all’esplorazione del mondo reale, al gioco e all’interazione con gli altri bambini le nuove tecnologie potrebbero compromettere lo sviluppo dell’empatia, delle abilità sociali e della capacità di risoluzione dei problemi, ma anche quelle sensori-motorie e visuo-motorie importanti per imparare e mettere in pratica la matematica e le scienze.

Tablet e bambini: quali rischi per gli occhi

L’utilizzo di tablet e smartphone, comportano inoltre, dei rischi per gli occhi:

  •  una minore frequenza dell’ammiccamento: bruciore, sensazione di corpo estraneo e arrossamento. Il bambino può manifestare atteggiamenti ticcoidi con necessità di contrarre le palpebre in maniera automatica ma compulsiva.
  • un costante sforzo di messa a fuoco,  soprattutto quando le immagini in movimento, come accade nei videogiochi, sollecitano tutta la muscolatura oculare interna ed esterna.

Tablet e bambini: sedentarietà e introversione

Inoltre, non è da dimenticare che l’attrazione esercitata da tablet e smartphone comporta due ulteriori conseguenze:

  • la sedentarietà, con l’associato maggior rischio di obesità già rilevato nelle nuove generazioni,
  • e l’introversione dovuta al continuo, esclusivo e diseducativo rapporto con la realtà virtuale, che si accompagna invariabilmente a una scarsa propensione al contatto con i compagni di gioco e a un’indisponibilità alla relazione negoziale, non trascurabile elemento del crescere sociale.

Tablet e bambini: alcuni consigli

Nello specifico vorremo darvi alcuni consigli circa l’utilizzo dei tablet:

  • limitare i tempi
  • non vanno utilizzati al buio
  • attenzione agli arrossamenti

Seguici su Instagram !