SALUTE E BENESSERE

Ritenzione idrica: cause e rimedi

La ritenzione idrica, molto frequente nelle donne, come combattere il disturbo

Pubblicato il: 17 Marzo, 2015  Visualizzazioni: 6

Ritenzione idrica: cause e rimedi

La ritenzione idrica, molto frequente nelle donne, come combattere il disturbo

Per ritenzione idrica, s’intende un accumulo di liquidi negli spazi interstiziali ciò causa un edema, ovvero un gonfiore anomalo di determinate zone, principalmente nelle aree dell’addome, delle cosce e dei glutei, ma anche alle caviglie. Sebbene si tratti di un disturbo prevalentemente femminile anche gli uomini ne soffrono. I liquidi non vengono correttamente smaltiti a causa di una alterata funzionalità del sistema circolatorio, soprattutto delle vene e dei vasi linfatici.

Ritenzione idrica: quali le cause

Le cause delle ritenzione idrica possono essere molte e anche molto serie. Tra queste, alcune disfunzioni cardiovascolari o renali, patologie della vescica o del fegato e anche reazioni allergiche. Fortunatamente, nella maggior parte dei casi si tratta di squilibri dovuti soltanto a uno scorretto stile di vita e cattive abitudini alimentari.

Ritenzione idrica: come combatterla

La cura della ritenzione idrica si basa sulla correzione delle cause che hanno dato origine al disturbo, essa essendo causata principalmente da uno scorretto stile di vita (fumo, eccessivo consumo di alcolici, sovrappeso, predisposizione per i cibi salati, abuso di farmaci e caffè, abiti troppo stretti, tacchi troppo alti e rimanere a lungo in piedi senza muoversi). L’arma migliore per combattere la ritenzione idrica è senz’altro l’attività fisica. Il movimento, purché sia eseguito regolarmente e con razionalità, contribuisce infatti a riattivare e rinforzare il microcircolo. L’esercizio più indicato in questi casi è una sana e tranquilla passeggiata.

Ritenzione idrica: alcuni accorgimenti

Inoltre, per combattere la ritenzione idrica, oltre ad un’adeguata attività fisica, vi consigliamo altri due semplici accorgimenti:

  • di alzarsi di tanto in tanto sulle punte dei piedi in modo da stimolare la circolazione ed il ritorno venoso:
  • posizionare un cuscino sotto il materasso in modo da sollevarlo della parte dei piedi.

 

 

 


Seguici su Instagram !

CATEGORIE SALUTE E BENESSERE