SALUTE E BENESSERE

Cistite: le cause, i sintomi, la diagnosi e la cura

La cistite è una infiammazione delle vie urinarie, tecnicamente chiamata flogosi

Pubblicato il: 28 Febbraio, 2015  Visualizzazioni: 5

Cistite: le cause, i sintomi, la diagnosi e la cura

La cistite è una infiammazione delle vie urinarie, tecnicamente chiamata flogosi

La cistite è un problema femminile molto frequente, si tratta di un’infiammazione delle basse vie urinarie e colpisce più frequentemente in età compresa tra i 20 e 40 anni. Le donne più soggette a questo tipo di infiammazione, sono quelle che hanno frequenti rapporti sessuali, uso di contraccettivi tipo crema spermicida o diaframma, oppure uso indiscriminato di antimicrobici.

Le cause della cistite

La causa principale della cistite, è la risalita verso la vagina di agenti patogeni, più comunemente chiamati batteri Gram negativi, questi causano infezione nel 70% dei casi. Poi esistono altri batteri di diversa natura che però sono responsabili in via occasionale per il restante 30% tra quelli statisticamente rilevati. Tre questo’ultimi, quello più frequente, è lo Staphilococcus saprophyticus che è presente in un buon 20% dei casi.

I sintomi della cistite

Tra i sintomi che la donna può rilevare, quelli che compaiono con maggiore frequenza sono: urine torbide e di cattivo odore, spasmi dolorosi che inducono spesso alla necessità di urinare, difficoltà continua o saltuaria ad urinare, bruciori della vagina, stimolo a urinare molto frequente, ma breve.

Le cure della cistite e la prevenzione

La prima cosa da fare in caso di cistite, è bere molta acqua, almeno due litri al giorno, l’apporto idrico è una delle migliori soluzioni. A questo però va aggiunta una cura antibiotica di almeno tre giorni per debellare l’infezione microbica. Gli antibiotici da utilizzare per ottenere un risultato veloce ed ottimale, sono quelli appartenenti alla classe fluorochinolonici. Esistono inoltre azioni di prevenzione molto efficaci che consentono di prevenire questa fastidiosa infezione, quindi si consiglia:

. bere molta acqua

. evitare di trattenere urina

. urinare prima di dormire e subito dopo un rapporto sessuale

. utilizzare biancheria intima in fibra naturale

. assumere mirtillo rosso

. evitare di consumare cibi che irritano l’intestino

. praticare una regolare e quotidiana igiene intima

. assumere fermenti lattici che aiutano a combattere la contaminazione dei batteri.


Seguici su Instagram !

CATEGORIE SALUTE E BENESSERE