SALUTE E BENESSERE

Carenza di vitamina D: sintomi, cause, dieta e rischi

I sintomi e cause di carenza di vitamina D, come riconoscerli

Pubblicato il: 11 Marzo, 2015  Visualizzazioni: 4

Carenza di vitamina D: sintomi, cause, dieta e rischi

I sintomi e cause di carenza di vitamina D, come riconoscerli

La vitamina D è costituita da 5 diverse vitamine, ossia vitamina D1, D2, D3, D4 e D5, di cui le due più importanti forme nella quale la vitamina D si può trovare sono la vitamina D2 (ergocalciferolo) e la vitamina D3 ( colecalciferolo), entrambe le forme dall’attività biologica molto simile. Essa è indispensabile per il nostro organismo per il riassorbimento di calcio a livello renale, l’assorbimento intestinale di fosforo e calcio ed i processi di mineralizzazione dell’osso.

Carenza di vitamina D: quali sono i sintomi

La carenza di vitamina D si manifesta con sintomi specifici, visibili soprattutto nel funzionamento osseo, si manifestano difatti alcune malattie che interessano proprio il sistema osteoarticolare, come il rachitismo e l’osteoporosi. A causa della carenza il calcio non viene assorbito bene a livello intestinale e si ha un’anomala ritenzione di fosforo nei reni. Le ossa diventano deboli e si hanno delle deformazioni scheletriche, soprattutto per ciò che è relativo alle gambe e alla colonna vertebrale. L’articolazione del polso, quella del ginocchio e quella dell’anca possono ingrossarsi.

Vitamina D: quali sono le cause

Tra le cause che possono generare una carenza di Vitamina D, ci sono prima fra tutte un’alimentazione scorretta, che apporta un livello insufficiente di tale vitamina al nostro organismo, segue un’ inadeguata esposizione ai reggi solari. Altre cause possono essere rappresentate dalle malattie renali o del fegato, che interferiscono con l’assorbimento.

Carenza di vitamina D : quali sono i rischi

I rischi che possono derivare da una carenza di vitamina D nell’organismo sono principalmente due, ossia  l’osteomalacia e il rachitismo. L’osteomalacia si configura come una carenza di vitamina D cronica negli adulti. I soggetti che sono affetti da questa malattia soffrono di una particolare fragilità ossea. Il rachitismo si verifica nei bambini ed è dovuto spesso ad una dieta non adeguata alle esigenze dell’organismo. Oggi si usano degli integratori e quindi il rachitismo è in diminuzione rispetto al passato.

Inoltre la carenza di vitamina D, può determinare lo svilupparsi della psoriasi, di dolori intercostali e di debolezza muscolare.


Seguici su Instagram !

CATEGORIE SALUTE E BENESSERE