SALUTE E BENESSERE

Antibiotici: tutto ciò che c’è da sapere

Antibiotici: igiene comportamentale

Pubblicato il: 27 Aprile, 2015  Visualizzazioni: 4

Antibiotici: tutto ciò che c’è da sapere

Antibiotici: igiene comportamentale

L’ antibiotico  ossia una sostanza prodotta da un microrganismo, capace di ucciderne altri, il significato della parola è «contro la vita».

Il termine nell’uso comune attuale indica un farmaco, di origine naturale (antibiotico in senso stretto) o di sintesi (chemioterapico), in grado di rallentare o fermare la proliferazione dei batteri, non hanno effetto contro i virus.

Antibiotici: storia

L’uso di muffe e piante particolari nella cura delle infezioni era già noto in molte culture antiche – greca, egiziana, cinese – la cui efficacia era dovuta alle sostanze antibiotiche prodotte dalla specie vegetale o dalla muffa; non si aveva però la possibilità di distinguere la componente effettivamente attiva, né di isolarla. Vincenzo Tiberio, medico molisano dell’Università di Napoli, già nel 1895 descrisse il potere battericida di alcune muffe.

Antibiotici: igiene comportamentale

Gli antibiotici sono usati per il trattamento delle infezioni batteriche, non sono efficaci per le infezioni virali. Alcune volte un’infezione causata da batteri non risponde alla terapia di un antibiotico. La ragione più comune per cui questo accade è che i batteri sopravvivono e si moltiplicano nonostante l’antibiotico. I batteri diventano resistenti agli antibiotici per diverse ragioni. Usando gli antibiotici in maniera appropriata si può ridurre l’insorgenza di resistenza ai batteri.

Antibiotici: prestare attenzione ai seguenti consigli

Quando il medico vi prescrive una terapia antibiotica, questa è indicata solo per le malattia che ha in corso. Prestate attenzione ai seguenti consigli, al fine di evitare l’emergenza della resistenza batterica che causa il blocco dell’attività antibiotica:

  1. importante prendere l’antibiotico alla giusta dose, nei momenti stabiliti e per il giusto numero di giorni;
  2. non prendere antibiotici se non sono stati prescritti espressamente per lei;
  3. non usate gli antibiotici che non sono stati prescritti ad altre persone anche se ha un’infezione simile alla vostra.

Gli antibiotici possono colpire il microbiota umano e dare, di conseguenze, alterazioni dell’alvo, compensabili con l’assunzione di fermenti lattici.

Gli antibiotici possono provocare effetti indesiderati, come reazioni allergiche, dovute alla sensibilità dell’individuo verso uno o più componenti, oppure tossicità ad alto livello di vari distretti dell’organismo o, ancora, intolleranza provocata dall’interazione con altri farmaci.

 

 


Seguici su Instagram !

CATEGORIE SALUTE E BENESSERE