MAMMA BAMBINI

Insonnia bambini: alcuni rimedi naturali

Insonnia bambini: ecco alcuni consigli pratici

Pubblicato il: 30 Aprile, 2015  Visualizzazioni: 5

Insonnia bambini: alcuni rimedi naturali

Insonnia bambini: ecco alcuni consigli pratici

Il tuo bambino non dorme? La sensazione di stordimento dopo una una notte insonne, le mamme la conoscono alla perfezione: la  testa pulsa, le energie sono a zero e l’umore è pessimo, il tutto condito da un mix di frustrazione e nervi a fior di pelle.

Insonnia bambini: quali i fattori in gioco

Fino al terzo anno di età, i disturbi del sonno dei bambini sono frequenti ed è arduo individuare sia la causa che la soluzione. I fattori in gioco possono essere i più diversi:

  • problemi di tipo medico,
  • uno stato ansioso o
  • depressivo della madre,
  • un ritmo quotidiano alterato o
  • un’alternanza eccessiva delle figure di accudimento.

In ogni caso niente apprensioni, un’atmosfera serena aiuta il piccolo a ritrovare il ritmo giusto.

Insonnia bambini: alcuni rimedi naturali

Uno dei rimedi naturali consigliati dai medici, per l’insonnia dei bambini, è l’utilizzo della melatonina in gocce (iniziando con una goccia) può risultare efficace quando il piccolo ha difficoltà ad addormentarsi, nei  cambi di stagione (e con il cambio dell’ora) per regolarizzare i ritmi sonno-veglia anche del bambino.

Insonnia bambini: bagno relax con oli essenziali

Il bagnetto è uno dei rimedi dolci più usati (e spesso anche efficaci) per favorire relax e addormentamento del bambino. Il momento del bagnetto dovrebbe essere il più vicino possibile al momento della nanna o, comunque, a fine giornata. 

«Per favorire il rilassamento del bambino, può funzionare bene un bagnetto serale con oli essenziali specifici dall’azione distensiva e calmante.

In ogni caso: se l’insonnia persiste consultate un pediatra, per verificare la possibilità di problemi organici. Tra i più frequenti:

  • il reflusso gastroesofageo,
  • l’ipertrofia delle adenoidi,
  • le apnee notturne,
  • le coliche intestinali,
  • le intolleranze alimentari.

Una psicologa dell’infanzia potrà in seguito valutare un eventuale stato ansioso del bambino o dei genitori, e provvedere nel caso specifico.

 


Seguici su Instagram !

CATEGORIE MAMMA BAMBINI