GRAVIDANZA

Farmaci in gravidanza: consigli e suggerimenti

Farmaci in gravidanza: per febbre e mal di testa

Pubblicato il: 07 Maggio, 2015  Visualizzazioni: 6

Farmaci in gravidanza: consigli e suggerimenti

Farmaci in gravidanza: per febbre e mal di testa

Quando si è in dolce attesa la salvaguardia della salute diventa un fatto di primaria necessità; per questo motivo l’argomento dei farmaci in gravidanza è delicatissimo da affrontare, specie se ci si trova nel primo e nel terzo trimestre di gestazione. L’ideale sarebbe evitare l’uso dei farmaci durante la gravidanza, ma non sempre ciò è possibile.

Farmaci in gravidanza: rischi connessi

 Il rischio maggiore di alcuni farmaci, assunti in gravidanza, possono avere effetti “teratogeni”, in grado di causare malformazioni congenite nel bambino in via di sviluppo. Uno dei problemi che più angoscia le donne riguarda l’assunzione accidentale di farmaci dopo il concepimento o la necessità di terapie mediche nel corso della gravidanza.

Farmaci in gravidanza: per febbre e mal di testa

Nel 70% dei casi il mal di testa migliora o scompare del tutto durante la gravidanza. Talvolta, invece, può comparire per la prima volta in questo periodo. Il motivo è dovuto al fatto che l’organismo risente dei livelli alti di estrogeni. Occorre scegliere con attenzione i medicinali, la raccomandazione è di evitare assolutamente il valproto di sodio, che sembra abbassi il QI, del nascituro. Nessun problema, per quanto riguarda il paracetamolo.

Farmaci in gravidanza: per nausea e vomito

La nausea e il vomito sono molto comuni in gravidanza, essa colpisce soprattutto, la mattina presto, ma può ripetersi anche durante la giornata. Se il disturbo è persistente e si accompagna a vomito, il ginecologo può prescrivere un antiemetico a base di vitamina B6, spesso associato a zenzero (una radice).

Farmaci in gravidanza: per ansia e depressione

Chi fa uso di farmaci per curare disturbi d’ansia e indurre il sonno, ossia le benzodiazepine, in gravidanza dovrà ridurre il dosaggio, in quanto questi medicinali provocano nel feto prima e poi nel bimbo una forte caduta di tono e di vitalità, sonnolenza accentuata e riluttanza alla suzione.

Farmaci in gravidanza: per le infezioni alle vie urinarie.

In genere, viene prescritta la fosfomicina, un disinfettante urinario innocuo nei nove mesi. Nell’ultimo trimestre vanno evitati i nitrofurani, che possono provocare al feto anemia emolitica ( cioè la distruzione dei globuli rossi) e i sulfamidici, che possono avere come effetto l’ittero neonatale.


Seguici su Instagram !

CATEGORIE GRAVIDANZA