CASA CUCINA RICETTE

Polipo alla leccese in pignata di terracotta

Un piatto dalle tradizioni leccesi antichissime cotto in terracotta

Pubblicato il: 16 Marzo, 2015  Visualizzazioni: 4

Polipo alla leccese in pignata di terracotta

Un piatto dalle tradizioni leccesi antichissime cotto in terracotta

Oggi presentiamo una ricetta dalle origini leccesi molto antiche, si tratta del polipo alla leccese in pignata di terracotta. Non tutti sanno cos’è la ‘pignata’, si tratta di una specie di pentola in terracotta, di struttura alta, che solitamente viene usata per la cottura in camino. La cottura di questo piatto si avvicina molto a quella realizzata per il caciucco alla livornese, recentemente pubblicata. Il suo sapore dal gusto mediterraneo, trasmette il profumo del nostro straordinario mare del sud.

Polipo alla leccese in pignata: ingredienti per quattro persone

. 1,5 kg di polipo fresco

. 400 gr di pomodorini rossi

. 2 cipollotti

. due patate medie

. sale q.b.

. olio extravergine d’oliva

2 spicchi d’aglio

. 1/2 bicchiere di vino bianco secco

. prezzemolo tritato

Polipo alla leccese in pignata: preparazione degli ingredienti e procedimento

Lavare accuratamente il polipo in acqua fresca, pulendolo delle interiora e della pelle superflua, lavare i pomodorini e tagliarli in quattro spicchi, tritare un bel ciuffetto di prezzemolo fresco, lavare e tritare i due cipollotti e scamiciare gli spicchi d’aglio. Spezzettare il polipo usando un coltello ben affilato o un paio di forbici da cucina. Con la parte piatta della lama di un coltello, schiacciare l’aglio, senza tagliarlo o sminuzzarlo (deve rimanere intero). Pulire e lavare le due patate, avendo cura di tagliarle a tozzetti non molto grandi. A questo punto si può procedere alla cottura che può essere eseguita su fornello tradizionale, oppure in camino a legna, per chi lo possiede.

Le fasi e il procedimento di cottura

la-pignataProcurarsi una pignata di terracotta leccese come quella indicata in figura, se non ne avete la disponibilità, utilizzare una pentola in terracotta normale con coperchio. Inserire i pomodori tagliati, i cipollotti tritati, il prezzemolo, l’aglio schiacciato, il polipo a pezzetti e irrorare tutto con olio extravergine d’oliva, maescolare il tutto a fuoco lento. Passati quindici minuti, unire il vino bianco secco, lasciare evaporare per circa un minuto e lasciar cuocere per un’ora. Ora bisogna aggiungere le patate precedentemente tagliate a cubetti, richiudere il coperchio e lasciare in cottura per altri trenta minuti. Togliere il coperchio e portare a termine la cottura a fiamma più alta, per far asciugare leggermente la pietanza. Controllare con le punte di una forchetta la morbidezza del polipo che è indice di cottura. Servire in tavola, utilizzando piatti di terracotta che mantengono il giusto grado di calore. Abbinare il piatto ad un vino rosato del Salento servito a temperatura ambiente o leggermente fresco.

 


Seguici su Instagram !

CATEGORIE CASA CUCINA RICETTE