domenica , 23 luglio 2017
Balbuzie insorgenza: quali le cause
Terapia della Balbuzie

Balbuzie insorgenza: quali le cause

Balbuzie insorgenza: come vanno affrontate

La balbuzie è un disturbo della parola in cui la fluenza è interrotta da involontarie ripetizioni e prolungamenti di suoni, sillabe, parole o frasi, o ancora da involontarie pause o blocchi in cui la persona che balbetta non è in grado di produrre suoni.

Balbuzie insorgenza: quali i primi sintomi

I sintomi evidenti della balbuzie a volte fanno giungere a delle conclusioni sbagliate. Per esempio, il nervosismo e il ritmo rapido dell’eloquio spesso riscontrabili nei bambini che balbettano non sono la causa della loro balbuzie. Sono piuttosto un sintomo del tentativo di affrontarla.  Il nervosismo e il ritmo rapido dell’eloquio sono il risultato della paura di balbettare e della vergogna.

Balbuzie insorgenza: terapia della balbuzie

La balbuzie delinea un disturbo del linguaggio che affonda le proprie radici nella sfera comportamentale, emotiva e comunicativa: rappresenta una condizione estremamente complessa, il cui approccio terapico risulta altrettanto intricato. L’ascesa verso la guarigione della balbuzie è lunga e tortuosa, e solamente con la forza di volontà del paziente l’obiettivo sarà raggiunto in tempi brevi.Lo sforzo che il balbuziente compie per estrinsecare le parole dipende da moltissimi fattori, che si sovrappongono l’uno all’altro rendendo, talvolta, enigmatica la scelta della terapia più adatta.

Balbuzie insorgenza: nei bambini come intervenire

Nel caso di balbuzie infantili, la prima cosa che possono fare i genitori è parlare loro più lentamente. Infatti, nel processo di acquisizione del linguaggio normale, il bambino imita la velocità alla quale sente gli altri parlare. Inoltre i genitori dovrebbero cercare di usare vocaboli semplici e soprattutto frasi corte. E’ fortemente sconsigliato mostrarsi ansiosi e completare la frase interrotta dal blocco.

Da evitare

- la frase: “parla bene!

E’ da evitare, la balbuzie è ciclica, a volte appare ed a volte scompare, non si balbetta sempre e con la stessa intensità. Bisogna capire che se il bambino non è stato sottoposto ad una rieducazione ortofonica, è ingiusto oltre che controproducente agire in tal modo, il bambino anche volendo non riesce a parlare in maniera fluente!

 

 

 

 

Inserisci un commento

© 2015 donna-e-mamma.it - Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da profili Facebook pubblici o siti/blog che possono essere quindi ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale avessero qualcosa in contrario, basta segnalarcelo inviandoci una email all'indirizzo giornalismopartecipativo[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione. Il blog rispetta le norme vigenti in materia di privacy. E' assolutamente vietato utilizzare il nostro materiale (testi, video e immagini) senza la nostra esplicita autorizzazione; in presenza di quest'ultima è possibile riprodurre in parte i contenuti del nostro blog ponendo all'inizio del post il link cliccabile alla risorsa copiata. La violazione di questa condizione potrebbe autorizzarci ad adire le vie legali. Tutti gli utenti registrati e i visitatori accettano le condizioni di utilizzo del sito donna-e-mamma.it