venerdì , 22 febbraio 2019
Consigli ritenzione idrica: come contrastarla
Ritenzione idrica

Consigli ritenzione idrica: come contrastarla

Consigli ritenzione idrica: nello specifico un rimedio naturale

La ritenzione idrica è la madre della cellulite, ed è un problema che affligge moltissime donne. Inutile dire che se è snervante l’idea. Se il ventre si dilata all’ altezza dei fianchi, c’è ritenzione idrica: per eliminarla, dobbiamo stimolare il fegato, eliminare i liquidi.

Ritenzione idrica: causa gonfiore addominale

Il fegato è l’organo maggiormente implicato nella variante “bassa” di gonfiore addominale. La pancia si gonfia nella parte inferiore e subito dopo il pasto, anche se si è mangiato poco, al punto che gli indumenti iniziano a stringere in vita e si è costretti a sbottonarli.

Ritenzione idrica: a livello psicologico

A livello psicologico, vi è spesso un conflitto tra un’emotività molto intensa, con un enorme bisogno di attenzione e di affetto, e un atteggiamento all’ opposto orgoglioso, suscettibile, irritabile e di grande controllo. Questi soggetti, che si fanno carico di molti problemi, non detestano essere contraddetti e possono esplodere con episodi di rabbia intensa.

Ritenzione idrica: alcuni consigli

Per stimolare una regolare attività epatica, vanno consumati ogni giorno frutta, verdure e yogurt:

  • banane, ananas, anguria, fichi d’india,
  • ravanelli, rape, patate, fave, melanzane
  • yogurt.

No a fritti e caffè: causano ritenzione

Ritenzione idrica: legata a problemi di circolazione

Se la ritenzione idrica è legata a problemi di circolazione, che non è in grado di funzionare a dovere per una completa ed efficace eliminazione delle tossine, è bene arricchire la propria alimentazione con :

  • succo di mirtillo puro, adatto ad agire positivamente sulle funzionalità dei capillari;
  • integratori fitoterapici a base di estratto di mirtillo, da scegliere su suggerimento del medico e dell’erborista.

Ritenzione idrica: rimedio naturale

L’olio essenziale di rosmarino è un eccellente stimolatore epatico e riduce il gonfiore che si manifesta nella zona bassa dell’addome. Ne bastano 3-4 gocce sciolte in un cucchiaio di olio di mandorle dolci da massaggiare mattina e sera sulla pancia. È utile anche bere ogni sera dopo cena una tazza di tisana al rosmarino, preparata mettendo in infusione per 10 minuti un rametto fresco della pianta.

Inserisci un commento

© 2015 donna-e-mamma.it - Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da profili Facebook pubblici o siti/blog che possono essere quindi ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale avessero qualcosa in contrario, basta segnalarcelo inviandoci una email all'indirizzo giornalismopartecipativo[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione. Il blog rispetta le norme vigenti in materia di privacy. E' assolutamente vietato utilizzare il nostro materiale (testi, video e immagini) senza la nostra esplicita autorizzazione; in presenza di quest'ultima è possibile riprodurre in parte i contenuti del nostro blog ponendo all'inizio del post il link cliccabile alla risorsa copiata. La violazione di questa condizione potrebbe autorizzarci ad adire le vie legali. Tutti gli utenti registrati e i visitatori accettano le condizioni di utilizzo del sito donna-e-mamma.it