sabato , 17 novembre 2018
Preparasi al parto: il massaggio perinale
Massaggio perinale

Preparasi al parto: il massaggio perinale

Il massaggio perinale, allena i muscoli e agevola il parto

Quell’insieme di muscoli che chiudono lo spazio addominale e trattengono vescica, utero e intestino, si chiama pavimento pelvico. Per preparare al meglio il perineo al parto, le donne incinta dovrebbero iniziare con i massaggi alcune settimane prima del termine.

Massaggio perinale: come funziona

Il massaggio perinale è di fondamentale importanza al fine  di una corretta preparazione al parto. La maggior parte delle donne desidera far nascere i propri figli senza subire lacerazione o essere sottoposta a episiotomia, ossia la piccola incisione che si pratica nel perineo alla fine del periodo espulsivo e subito prima del parto, che facilita la fuoriuscita del bambino.

Massaggio perinale:  numerosi benefici

Massaggiare regolarmene il perineo (l’area tra la vagina e l’ano) può aiutare a rendere i tessuti più flessibili ed elastici. “In questo modo aumentano le probabilità che rimanga indenne”, spiega un’ostetrica. Tale massaggio è necessario effettuarlo circa sei settimane prima della data prevista del parto, in modo da rendere indolore il futuro parto. Allenare tutti i muscoli del corpo è importante per arrivare preparate al parto.

Massaggio perinale: come funziona

Per poter effettuare il massaggio perinale, che vi spiegheremo come va effettuato, avrete bisogno di un olio naturale (di oliva o di germogli di grano) o uno speciale olio per massaggi perineali. Appoggiate una gamba sul bordo della vasca o sulla sedia. Infila inizialmente nella vagina un dito oleato e successivamente due o tre, e massaggia formando una U e applicando una leggera pressione per 5-10 minuti in direzione dell’intestino. Una volta al giorno è sufficiente. È importante, durante il massaggio perineale, ricordarsi che in gravidanza è normale che diventi via via più cedevole in vista del parto, è una prova che il tuo corpo funziona oltre che l’effetto degli ormoni della gravidanza. Quindi in questo periodo bisogna lavorare con questo obiettivo: rilassamento, apertura e maggiore elasticità per evitare che i tessuti si lacerino.

 

Inserisci un commento

© 2015 donna-e-mamma.it - Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da profili Facebook pubblici o siti/blog che possono essere quindi ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale avessero qualcosa in contrario, basta segnalarcelo inviandoci una email all'indirizzo giornalismopartecipativo[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione. Il blog rispetta le norme vigenti in materia di privacy. E' assolutamente vietato utilizzare il nostro materiale (testi, video e immagini) senza la nostra esplicita autorizzazione; in presenza di quest'ultima è possibile riprodurre in parte i contenuti del nostro blog ponendo all'inizio del post il link cliccabile alla risorsa copiata. La violazione di questa condizione potrebbe autorizzarci ad adire le vie legali. Tutti gli utenti registrati e i visitatori accettano le condizioni di utilizzo del sito donna-e-mamma.it