sabato , 17 novembre 2018
La cistite:  sintomi e cause
La cistite

La cistite: sintomi e cause

La cistite: è un’infezione prettamente femminile

La cistite è una fastidiosa infiammazione (flogosi) della mucosa vescicale. Colpisce prevalentemente il sesso femminile:  si stima che circa il 25-35% delle donne di età compresa tra i 20 e i 40 anni abbia manifestato almeno un episodio di cistite nel corso della sua vita e circa un quarto di queste svilupperà un’infezione ricorrente entro 6-12 mesi. Negli uomini adulti la sua incidenza generalmente non supera l’1-2% e tende ad aumentare dopo i 50 anni. La cistite si manifesta prevalentemente con difficoltà  e bisogno continuo di urinare.

La cistite: quali sintomi

La cistite insorge talvolta senza sintomi o cause evidenti, altre volte è secondaria a pratiche anticoncezionali o a rapporti sessuali. Nello specifico vi elenchiamo alcuni sintomi della cistite, che possono essere presenti tutti o in parte, e possono accompagnarsi a torbidità delle urine che potrebbero avere odore sgradevole.

I sintomi della cistite:

  • difficoltà e bisogno continuo di urinare; l’urina viene eliminata goccia a goccia;
  • Dolore e bruciore nell’ urinare che persiste anche dopo la fine della minzione;
  • Dolore sovra pubico accompagnato dalla sensazione di non aver svuotato completamente la vescica;
  • Talvolta perdita di sangue con l’urina.

La cistite: le cause

Le cause che possono dar luogo alla cistite sono svariate, vi sintetizziamo i più comuni:

  • debilitazione del sistema immunitario in seguito a terapia antibiotica, alimentazione irregolare o stress eccessivo;
  • affaticamento fisico o mentale;
  • scarsa o eccessiva igiene intima,
  • utilizzo di assorbenti interni;
  • pantaloni o biancheria intima eccessivamente aderente.

La cistite: colpisce principalmente le donne

La cistite colpisce principalmente le donne, ciò dovuto alla diversa conformazione anatomica dell’ultimo tratto escretore nella donna rispetto all’ uomo, l’uretra. La brevità dell’uretra femminile  e la vicinanza alla vagina e al retto costituiscono fattori di maggior rischio e maggiore prevalenza delle infezione delle vie urinarie (IVU) nella donna. La maggior parte delle infezioni urinarie non complicate è causata da batteri di origine intestinale. Escherichia coli è il microrganismo più comune, ed è responsabile dell’85% delle infezioni urinarie.

 

Inserisci un commento

© 2015 donna-e-mamma.it - Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da profili Facebook pubblici o siti/blog che possono essere quindi ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale avessero qualcosa in contrario, basta segnalarcelo inviandoci una email all'indirizzo giornalismopartecipativo[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione. Il blog rispetta le norme vigenti in materia di privacy. E' assolutamente vietato utilizzare il nostro materiale (testi, video e immagini) senza la nostra esplicita autorizzazione; in presenza di quest'ultima è possibile riprodurre in parte i contenuti del nostro blog ponendo all'inizio del post il link cliccabile alla risorsa copiata. La violazione di questa condizione potrebbe autorizzarci ad adire le vie legali. Tutti gli utenti registrati e i visitatori accettano le condizioni di utilizzo del sito donna-e-mamma.it